Percorso

Alternanza Scuola lavoro

Cineforum

Si informano gli alunni e, tramite loro le famiglie, che a partire dal 25 gennaio c.m. inizierà l’attività di cineforum
che quest’anno avrà luogo al cinema Flaminio di San Giorgio a Cremano. Le classi interessate potranno aderire
all’iniziativa solo se il numero dei partecipanti sarà corrispondente ai 2/3 del numero degli allievi della classe di
riferimento.
Si comunica, inoltre, che il prezzo dell’acquisto del pacchetto di film è di € 10,00 ed il calendario delle proiezioni è
il seguente:
lunedì 25 gennaio 2016 dalle ore 9:00 alle ore 12:00
martedì 23 febbraio 2016 dalle ore 9:00 alle ore 12:00
mercoledì 16 marzo 2016 dalle ore 9:00 alle ore 12:00
Per tutte le informazioni gli allievi potranno rivolgersi al prof. Mormone referente dell’attività;
Circolare Cineforum A.S. 2015 2016
Cineforum Anni Precedenti

Allegati:

HIGH SCHOOL GAME

Classifica 17 febbraio
Circolare selezione del 17 febbraio 2016

IlRestoDiNiente@Scuola

A scuola con Il resto di niente

Ciclo di iniziative nel decimo anniversario dell’uscita in sala del film di Antonietta De Lillo sulle vicende umane e politiche della Napoli di fine ‘700 attraverso le ultime ore che precedono la morte di Eleonora Pimentel Fonseca - eroina della rivoluzione partenopea del 1799 che insieme ad altri giovani aristocratici napoletani, lottò per gli ideali di uguaglianza, libertà, fraternità e legalità- disegnando il ritratto di una donna moderna, coraggiosa e libera.

Referente dell'iniziativa Prof.ssa Ruggiero.

Classi aderenti:
4 a Tecnico Amministrazione Finanza e Marketing
4 g Professionale Commerciale
4 a Liceo Scientifico

Scrittura Creativa

La Staffetta di Scrittura Bimed/Exposcuola è un’iniziativa progettuale, ideata e realizzata annualmente da BIMED, che si rivolge a scuole ed enti locali insistenti sul territorio nazionale.
La Bimed – Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, è un'associazione di Enti Locali per l’educational e la cultura. A oggi sono associati a Bimed oltre 100 comuni rappresentativi del Mezzogiorno

La staffetta è frutto di un lavoro di gruppo, preparato per fasi e spesso in luoghi separati, da persone che non si conoscono e che attraverso l’azione assumono il ruolo di soggetti attivi all’interno di un confronto articolato, organico e congruente con il fare scuola
Il metodo del format prevede momenti di confronto diretto ed altri di condivisione o scambio attraverso la rete telematica. L’utilizzo della rete è fondamentale per la crescita dei docenti e perché questi possano acquisire giusti strumenti in grado di farli interagire con i ragazzi utilizzando i loro stessi ambienti di comunicazione.
E’ un progetto che coinvolge la scuola nella sua interezza – dirigenti, docenti, studenti, famiglie, istituzioni, territorio e biblioteche – in quanto mira a sostenere e diffondere le attività di “scrittura e lettura delle scuole”, offrendo alle nuove generazioni l’occasione di “raccontarsi” e di “conoscersi” attraverso le invenzioni della scrittura e le emozioni della lettura.
Ogni staffetta è composta da 10 “squadre” dello stesso grado di scuola. La squadra può essere formata da una classe, da un gruppo formato da più classi che lavorano insieme o da studenti appartenenti a classi diverse che formano un unico gruppo.
Le scuole che compongono ciascuna staffetta raggiungono il traguardo collaborando tra loro alla realizzazione di un racconto comune a partire da un’idea-guida (tema) che cambia di anno in anno
Ogni capitolo è uno spaccato di territori diversi, ogni capitolo è in qualche modo espressione della realtà da cui proviene; inoltre, il fatto di dover scrivere un capitolo inserendosi in un racconto tracciato anche da altri è un esercizio educativo di straordinaria rilevanza, per imparare a considerare il punto di vista altrui e per acquisire un consapevole approccio con la creatività, rispettando l’invenzione degli altri e lasciandosi andare al dialogo, alla condivisione, allo scambio che è sempre ricchezza.
Importante come elemento culturale è il contatto, la comunicazione tra gli studenti e gli scrittori. Inoltre, queste storie scritte dai giovani permettono loro di comunicare all’esterno riflessioni, interrogativi, soluzioni spesso anche divergenti e utili per la costruzione della società attuale.

Quest'anno parteciperà un gruppo misto costituito da alunni della prima e seconda sezione A ind. professionale servizi commerciali; della prima sezione G e della seconda sezione F ind. servizi sociosanitari.

Giornale d'Istituto

HOME al progetto

PROGETTO PEER TO PEER

Per la promozione del benessere psicologico e delle competenze di vita
Operatori della ASL Napoli 1 Dott. Dario Aquilina, Dott.ssa Anita Rubino
Referente del progetto per l'Isis R. Livatino Prof.ssa Giulia Picone


In seguito agli incontri degli operatori dell'ASL Napoli 1 con le classi terze (professionale/tecnico-amministrativo / liceo scientifico) dell'Isis R. Livatino, che si sono tenuti nei mesi di novembre e dicembre 2015 presso l'istituto in oggetto, sono stati individuati gli alunni che per attitudine e capacità entrano a far parte del gruppo dei pari del Progetto.
Nel complimentarci con questi alunni, ricordiamo che l'educazione tra pari è particolarmente efficace nella promozione delle competenze di vita, nel favorire il protagonismo e la responsabilizzazione dei ragazzi, cosa che la ricerca scientifica ha evidenziato essere di grande importanza per il benessere psicologico degli adolescenti e per prevenire comportamenti a rischio e percorsi patologici.
Agli alunni selezionati e alle loro famiglie comunichiamo che i prossimi incontri con gli operatori e solo con il gruppo dei pari che si è costituito, ci saranno il 12 febbraio e il 15 febbraio p.v. nell'aula convegni dell'Isis R. Livatino dalle ore 8.00 alle ore 14.00 per entrambe le date.
Durante queste due giornate si condivideranno i presupposti metodologici del progetto, si accrescerà il livello di interazione, si chiarirà lo scopo del gruppo, si promuoverà la progressiva assunzione di responsabilità individuale e collettiva e si aumenterà la capacità di lavorare in gruppo e sottogruppo. Inoltre gli alunni, con l'aiuto degli operatori, stenderanno una bozza di progettazione delle azioni da realizzare nel successivo anno scolastico (Il Progetto dura due anni). Nel corso dei lavori il gruppo dei pari incontrerà la Preside e i docenti referenti del progetto per esporre e sostenere la propria proposta ed avere il relativo nulla osta.
Il Referente del Progetto
Prof.ssa Giulia Picone

Galleria fotografica dell'incontro del 12 febbraio 2016.